Lo scopo del Consiglio Nazionale della Motoslitta è quello di sviluppare una circolazione del traffico misurata per l’ambiente, attraverso l’unione tra l’attività economica e la possibilità per tutti di vivere la natura. Questo deve avvenire senza danneggiare o disturbare le persone, gli animali, l’ambiente o le proprietà.

Del Consiglio Nazionale della Motoslitta fanno parte: il Ministero dei Trasporti, l’Ente Nazionale per la Protezione dell’Ambiente, la Polizia di Stato, la Giunta Regionale di Norrbotten (rappresenta le giunte Svedesi), l’Associazione dei Comuni di Norrbotten (rappresenta i comuni Svedesi), l’Assemblea Consultiva dei Lapponi, l’Organizzazione Statale Svedese dei proprietari di Motoslitte (Snofed), l’Organizazzione Centrale Svedese delle Motoslitte (SSCO) e la Federazione Statale degli Agricoltori (LRF).

Il Consiglio Nazionale della Motoslitta deve essere un forum per il dialogo, che renda possibile alle organizzazioni la creazione di un punto di vista collettivo, così da poter coordinare e realizzare delle attività che vanno verso la comune visione.

Il Consiglio Nazionale della Motoslitta concentrerà la collaborazione nelle seguenti aree:

  • Informazione
  • Sorveglianza, custodia, vigilanza
  • Regole per veicoli e traffico
  • Sicurezza dell’ambiente e del traffico
  • Percorsi per la motoslitta/infrastrutture
  • Organizzazione, responsabilità e coinvolgimento

In queste aree stabiliremo assieme degli obiettivi e daremo priorità ai provvedimenti. Tutto questo appare in un documento relativo al piano di realizzazione studiato insieme e che verrà revisionato annualmente.

La nostra visione:

Il traffico della Motoslitta si svolge senza che le persone, gli animali, l’ambiente o le proprietà vengano danneggiati o disturbati.

Persona da contattare presso Il Consiglio Nazionale della Motoslitta: Jan Lindgren, Vägverket Region Mitt, tel: +46 611 443 38, e-mail: jan.lindgren@vv.se

 

Regole importanti e suggerimenti sulla sicurezza per i conduttori di motoslitte!

La Svezia ha una natura unica e meravigliosa, da scoprire in un bel giorno scintillante di inverno sulla neve! La motoslitta è uno strumento fantastico che offre la possibilità di andare in posti difficili da raggiungere con gli sci, ma che talvolta può essere di disturbo per gli altri.

Chi può guidare la motoslitta?

Per guidare la motoslitta in Svezia è richiesta l’età di 16 anni e il patentino di conduttore di veicoli fuoristrada. La motoslitta può anche essere guidata da chi possiede la normale patente di guida svedese o la patente per trattore rilasciata prima del 1 gennaio 2000. Chi ha avuto la normale patente di guida o patente per trattore ritirata dopo il 1 gennaio 2000, deve possedere il patentino di conduttore per poter guidare la motoslitta.
È possibile guidare senza patente se fate parte di un gruppo turistico di massimo 10 persone in possesso della patente B o della patente per trattore, seguiti da una persona titolare di un patentino di conduttore di veicoli fuoristrada che ha deciso il percorso già prima dell’escursione.

I conduttori stranieri (dell’EES*) hanno il diritto di guidare la motoslitta se ce l’hanno nel loro paese d’origine. Se non possono dimostrarlo o se arrivano da un paese fuori dall’EES l’unica possibilità è quella di far parte di un gruppo turistico, come citato sopra, o di possedere un patentino svedese di conduttore. *EES sono i paesi membri di EU e Norvegia, Islanda e Liechtenstein.

Dove posso guidare con lo scooter da neve?

In Svezia è generalmente consentito guidare con la motoslitta su terreno coperto da neve, ma ci sono alcuni limiti:

  • È proibito guidare su terreno di bosco o di agricoltura, se non è evidente che lo si può fare senza il rischio di danneggiare il bosco o la terra. In generale è proibita la guida su piantagioni di boschi o in un bosco giovane che è più basso di due metri oltre lo strato di neve. Siete tenuti ad informarvi che non ci siano rischi di compiere danni.
  • Sulla montagna ci sono alcune aree chiamate aree regolate. In alcune di queste aree ci sono percorsi pubblici dedicati alla motoslitta e la guida può avvenire solamente su quei percorsi. In altre aree regolate vale un divieto totale per il pubblico. Controllate la mappa delle aree regolate.
  • In altre aree la Giunta Regionale o il Comune possono rilasciare divieti di guida di motoslitta per motivi come il rispetto della vita all’aperto, il nutrimento per le renne, la vita degli animali o la cura della natura.
  • La guida di motoslitta può anche essere regolata dai Comuni tramite le locali norme del traffico.
  • All’interno di parchi nazionali e riserve naturali valgono alcune regole speciali. In certi parchi o riserve è proibito usare motoveicoli. Nelle norme dell’area protetta potete controllare se questo è proibito.
  • -    La pubblica guida di motoslitta è proibita nelle piste di un impianto da sci o in adiacenza di questo. L’area è da considerarsi da sci e quando l’impianto è chiuso è da considerarsi come area di lavoro nella quale nessuno vi può stazionare. Solamente le motoslitte dell’impianto da sci hanno il permesso di entrare nell’area.

Attenzione! Informatevi se ci sono delle aree con limitazioni per il traffico delle motoslitte nel luogo dove pensate di guidare. Parlate con l’informazione turistica o l’agenzia turistica per le motoslitte del posto.

La guida su strada comune e privata

Non è permesso guidare la motoslitta sulle strade comuni tranne quando devi attraversare la strada o guidare il tratto più breve nel caso il terreno fosse impraticabile. Sulle strade dove è necessario guidare con la motoslitta la velocità massima è di 20 km/ora.
Quando attraversate una strada, tutti i passeggeri (su slitta o motoslitta) devono attraversare la strada camminando.
Sulle strade private capita che la guida della motoslitta sia proibita. Il proprietario della strada decide se il traffico con motoveicoli è permesso. Il divieto deve essere indicato con segnaletica stradale o “in altro modo chiaro” (come per esempio una sbarra sulla strada o un’insegna fatta in casa.)

Quanto veloce si può guidare?

La massima velocità per motoslitta è di 70 km/ora. In alcuni posti ci sono limiti locali più bassi.

Consigli sulla sicurezza per una bella gita con la motoslitta:

  • Non guidate da soli!
  • Tenete d’occhio il meteo!
  • Lasciate un piano di percorso!
  • Guidate sobri! Vale lo stesso limite per la motoslitta come per la macchina (0,2% per mille). 7 su 10 deceduti in incidenti con motoslitte guidavano in stato di ebbrezza.
  • Evitate posti con pericolo di valanga (per esempio sotto pendenze ripide, cumuli di neve appesi, lati a riparo dal vento)! Evitate posti con rischio di ghiaccio sottile su laghi e correnti d’acqua (per esempio su promontori, insenature e sfoci)! Fate attenzione in quanto guidate sul ghiaccio a vostro rischio e pericolo, e considerate che il percorso di motoslitta non va sul ghiaccio. Il ghiaccio può eventualmente essere segnalato (con alberelli o rami) ma non è una garanzia sulla sua tenuta. Nel caso foste incerti: ricordatevi che è più sicuro guidare sui percorsi!
  • Controllate dove siete con la mappa, bussola o GPS.
  • Mettete il casco e abiti caldi – pensate che il vento con il freddo crea congelamento!
  • Portatevi attrezzatura di sicurezza personale e anche per la vostra motoslitta (extra cinghia per variatore, attrezzi, carburante di riserva, pala, sonda da valanga, trasmettitore (tranciever), sacco a pelo per vento etc.) .
  • Portatevi un telefono o altra attrezzatura di comunicazione (ma non fidatevi perché non c’è copertura dappertutto).
  • Se dovete andare su un lago o sul mare, portatevi sempre picchetti da ghiaccio (da sicurezza) e tuta galleggiante – e non guidate mai sul ghiaccio con passeggeri in una slitta trainata coperta e chiusa!

Renne e il traffico delle motoslitte

Quando guidate la motoslitta può capitare che si ci avvicina alle renne. Camminano libere in branco o in gruppi più piccoli. Le renne non sono selvagge ma hanno dei proprietari. E’ molto facile disperdere un branco di renne con la motoslitta ma dopo è molto duro e richiede molto tempo il fatto di raccoglierle. Rispettate il lavoro dei lapponi e la salute delle renne! Qui di seguito alcuni suggerimenti in merito alle renne che è importante conoscere per voi come conduttori della motoslitta:

Per diversi motivi, le renne devono essere protette attraverso divieti occasionali per la motoslitta:

  • Per dare tranquillità al pascolo prima e dopo il parto del vitello che accade alla fine di aprile / fine di maggio.
  • Perché le renne non devono essere disperse in occasione del trasferimento primaverile alla montagna.
  • Perché le renne (per difficoltà di pascolo invernale) possono essere in cattive condizioni.
  • Perché le renne possano avere tranquillità di pascolo sui terreni invernali del bosco.

Cosa fare se vi avvicinate ad un branco di renne:

  • Rallentate e fermatevi. Così facendo, la renna solitamente scende dal percorso della motoslitta, specialmente se ci sono impronte di renna sul lato del percorso. Passate lentamente.
  • Se non scendono dal percorso può dipendere dal fatto che si sentono stressate oppure perchè non trovano un posto adatto all’uscita. Fermatevi, spegnete il motore e aspettate un attimo.
  • Se le renne non scendono dal percorso guidate lentamente dietro di loro oppure tornate indietro. Se arrivate ad un’apertura nel bosco, una torbiera o qualcosa di simile, fermate le motoslitte. Una delle motoslitte devia lentamente attorno alle renne e si rimette sul percorso ma un po’ più avanti. In questo modo le renne solitamente scendono. Aspettate finché tutte le renne sono scese, perché usano seguirsi tra di loro.
  • Nel caso ci fossero dei sacchetti di plastica neri appesi, significa che ci sono renne nell’area. Guidate molto tranquillamente!

Seguite i percorsi dedicati alle motoslitte!

Sui percorsi dedicati alle motoslitte guidate sicuri e disturbate meno. I percorsi in montagna sono come altri percorsi di montagna segnalati con una croce di percorso. Sono anche indicati con segnali o simboli che spiegano cosa vale sul percorso. Alcuni percorsi possono essere in comune con i percorsi da sci, prendete sempre in considerazione gli sciatori e altre attività che possono svolgersi. I percorsi per la motoslitta che sono in comune con i percorsi da sci sono indicati sulla mappa della montagna e ulteriori informazioni dei percorsi si trovano presso le Giunte Regionali in montagna.

I percorsi obbligatori per la motoslitta sono indicati con segnali d’obbligo. L’insegna è blu, con forma tonda e con il simbolo della motoslitta in bianco. Questo significa che dovete seguire il percorso. È proibito guidare fuori dal percorso.


I percorsi adatti per la motoslitta sono indicati con segnali di indicazione; è un’insegna con forma quadrata con il simbolo della motoslitta in blu su fondo bianco o il incontrario, con il simbolo della motoslitta in bianco su fondo blu. Il segnale indica che su questo percorso guidate più sicuri e disturbate meno. Dovreste attenervi al percorso, ma non è proibito guidare al di fuori.


Su alcuni percorsi è proibito guidare con la motoslitta. I percorsi sono in questo caso indicati con segnali di divieto.


Altri percorsi possono essere individuati con segnali di indicazione aventi una linea diagonale rossa. Questi percorsi non si dovrebbero usare. Non è proibito, ma sconsigliato.


Le motoslitte hanno sempre l’obbligo di fermarsi prima dell’attraversamento di una strada.


‘X’ rosse di segnalazione sui pali significano ‘percorso invernale’. Qui devi condividere la strada con sciatori, pedoni e slitte trainate da cani. Controlla sempre se è consentita la guida di motoslitte sul percorso. In quel caso ci sarà un’ulteriore segnalazione.